Support | Contact Us



Audio/Video

Home Theatre

Luxury Yachts

Lights and Climate

Case Studies

Partners/Suppliers





HOUSE AUTOMATION CASE STUDIES

Cos'è la domotica? Un modo per rendere la casa più confortevole e la tecnologie a ciò deputata più facile. Fin qui tutti d'accordo, ma le cose cambiano quando entrano in gioco le richieste del committente e l'interpretazione dell'installatore. Prendiamo ad esempio questa bella villa, appena abitata dai proprietari al termine di un'imponente opera di ristrutturazione. Come avremo modo di vedere, l'impianto è decisamente complesso, ma nato nella maniera più semplice: il committente ha chiesto una diffusione pressoché totale di audio e video di altissima qualità, al fianco di una gestione immediata ed efficace del tutto e in abbinamento al controllo di altri aspetti come l'illuminazione e le tapparelle. Climatizzazione e allarme (con videosorveglianza), per quanto sofisticati, non entrano nel sistema, come si potrebbe pensare. Ciò è dovuto in parte all'oggettiva difficoltà di integrazione, nel caso specifico, e in parte alla filosofia dell'installatore. Per Paolo Brugna, infatti, portare ogni aspetto elettronico della casa sotto l'ombrello dell'automazione è una soluzione che presenta alcuni rischi: nel caso di un guasto, per quanto remoto, si finirebbe per avere la stessa casa interamente inutilizzabile.


© HC - Home Comfort & Cinema, Morelli Editore

PROGETTO SOFISTICATO
Lo staff Pibiesse è entrato in gioco a lavorazioni iniziate, ciò nonostante ha goduto del massimo supporto da parte degli architetti che hanno curato la ristrutturazione, Sannino & Sagliocco (Tel. 081/629000). Bravissimi nel loro lavoro, i due si son dimostrati molto ricettivi verso le nuove tecnologie e particolarmente interessati a conoscerne le opportunità. Una situazione del genere rappresenta l'ideale, perché permette a progettisti e installatore di lavorare in simbiosi e dare così vita a un risultato eccellente. Che poi è proprio quello a cui ci troviamo di fronte. L'impianto non ha un vero e proprio cuore, piuttosto è distribuito in tutta casa con un accento particolare sulla taverna e sul salone. Elettronicamente parlando, un cuore, però, c'è: è il locale di servizio, rigorosamente climatizzato, nel quale lo staff Pibiesse ha installato i tre rack professionali che racchiudono i processori di automazione, le matrici audio e video, le sorgenti Tv e hi-fi; nello stesso locale è anche presente l'impianto elettrico, non meno sofisticato, sviluppato dallo Studio Corelli con componentistica Siemens. I due sottosistemi più importanti, quello della taverna e del salone, sono praticamente identici. Sono configurati come home theater 5.1 attorno a plasma da 65", ma fanno dell'audio il loro fiore all'occhiello. Anzi, sono pensati per offrire una prestazione maiuscola anche con il solo ascolto della musica, di cui il proprietario è un "addetto ai lavori" di fama mondiale. Entrambi, infatti, adottano elettroniche Meridian della serie G e diffusori Sonus Faber,delle prestigiose linee Cremona e Homage. La taverna è già totalmente predisposta per l'adozione di un videoproiettore con telo motorizzato a scomparsa ma, vista la soddisfazione del proprietario per l'impianto così com'è, è più probabile che si sviluppi una soluzione per la proiezione in giardino/piscina, zona attualmente servita dal multiroom audio attraverso singolari speaker Bose. Entrambi gli impianti, oltre che delle sorgenti centralizzate, beneficiano di DVD player (sempre Meridian G) e decoder sat HD in locale, all'insegna della massima flessibilità di cui si è detto. Sistemi home theater, anche se più compatti, per la camera da letto padronale e ospiti. Qui i plasma sono più piccoli, 50 e 42" rispettivamente, e le elettroniche sono Yamaha. Davvero bella la sonorizzazione del plasma da 50", con un kit principali-centrale di diffusori elettrostatici.

PIÙ FACILE DI COSÌ...
I plasma, comunque, sono un po' in tutta casa, dalla cucina all'angolo relax, dal bagno padronale alla palestra, fino alla sala da pranzo: attingono dalle sorgenti centralizzate per i vari tipi di Tv o la visione dei film da DVD.


© HC - Home Comfort & Cinema, Morelli Editore

Tutti questi ambienti sono anche raggiunti dal multiroom (per un totale di 24 zone audio), attuato in locale mediante speaker in-wall di elevata qualità ma estremamente discreti, pilotati da amplificatori modulari dedicati. Ultima nota a proposito dell'intrattenimento, nell'angolo relax c'è un sistema Bang & Olufsen costituito dal celeberrimo multi-CD player Beosound 9000 e da una coppia di BeoLab 5, originalissimi diffusori attivi (2.500 Watt di amplificazione interna) a 4 vie. Un impianto del genere può creare non poche difficoltà nella gestione e qui entra in gioco il sistema di automazione Crestron. Se nelle potenzialità audio/video dei sottosistemi è stata cercata la migliore flessibilità al fianco delle prestazioni, per la domotica si può dire la stessa cosa. Ogni plasma, infatti, è dotato di telecomando universale Crestron per il controllo delle funzioni di base a/v, mentre quattro pannelli wireless touch-screen, disposti nelle zone "strategicamente" più importanti, permettono una gestione più approfondita non solo dell'audio e del video locale e centralizzato, ma anche delle luci, delle tapparelle e delle tende.


© HC - Home Comfort & Cinema, Morelli Editore

A proposito di queste, quelle esterne hanno il sensore del vento che le fa ripiegare automaticamente quando le condizioni meteo sono avverse e, comunque, sono controllabili anche dai touch-screen Crestron. Il software dei touchpanel è stato sviluppato ad hoc secondo il sistema e le esigenze del proprietario e conta su comandi manuali sia e scenari. Scenari che ritroviamo nei numerosi tastierini touch-screen a parete, arricchiti da foto dell'ambiente selezionato. Ben dieci, per la precisione, che affiancano gli interruttori tradizionali all'ingresso di ogni spazio. Gli interruttori tradizionali sono realizzati su specifiche dallo Studio Corelli mentre Pibiesse, per i tastierini, ha fatto realizzare una cornice nello stesso materiale (alluminio satinato) e con il medesimo design.

Last but not least il cablaggio. Pibiesse cura in maniera particolare questo aspetto, anzi ritiene giustamente il cavo importante non meno dei componenti. Per questo i diffusori tradizionali sono cablati con preziosissimo cavo Van der Hul e gran parte dei sistemi automazione e multiroom sono interconnessi con Cat5. Tutte le elettroniche dei rack, inoltre, sono servite da un alimentatore ridondante costruito su specifiche da Pibiesse. L'installatore è un fautore dell'utilizzo della fibra ottica (insensibile ai disturbi e versatilissima, visto che può veicolare audio, video e segnali di controllo), ma nella realizzazione del servizio non è stata utilizzata visto lo stato di avanzamento dei lavori di ristrutturazione. Ultima nota sulle capacità di Pibiesse per i supporti dei plasma: realizzati artigianalmente, sono robustissimi e permettono un facile accesso posteriore e, ovviamente, l'orientamento del display.

I plasma, comunque, sono un po' in tutta casa, dalla cucina all'angolo relax, dal bagno padronale alla palestra, fino alla sala da pranzo: attingono dalle sorgenti centralizzate per i vari tipi di Tv o la visione dei film da DVD. Tutti questi ambienti sono anche raggiunti dal multiroom (per un totale di 24 zone audio), attuato in locale mediante speaker in-wall di elevata qualità ma estremamente discreti, pilotati da amplificatori modulari dedicati. Ultima nota a proposito dell'intrattenimento, nell'angolo relax c'è un sistema Bang & Olufsen costituito dal celeberrimo multi-CD player Beosound 9000 e da una coppia di BeoLab 5, originalissimi diffusori attivi (2.500 Watt di amplificazione interna) a 4 vie. Un impianto del genere può creare non poche difficoltà nella gestione e qui entra in gioco il sistema di automazione Crestron. Se nelle potenzialità audio/video dei sottosistemi è stata cercata la migliore flessibilità al fianco delle prestazioni, per la domotica si può dire la stessa cosa. Ogni plasma, infatti, è dotato di telecomando universale Crestron per il controllo delle funzioni di base a/v, mentre quattro pannelli wireless touch-screen, disposti nelle zone "strategicamente" più importanti, permettono una gestione più approfondita non solo dell'audio e del video locale e centralizzato, ma anche delle luci, delle tapparelle e delle tende. A proposito di queste, quelle esterne hanno il sensore del vento che le fa ripiegare automaticamente quando le condizioni meteo sono avverse e, comunque, sono controllabili anche dai touch-screen Crestron.

Il software dei touchpanel è stato sviluppato ad hoc secondo il sistema e le esigenze del proprietario e conta su comandi manuali sia e scenari. Scenari che ritroviamo nei numerosi tastierini touch-screen a parete, arricchiti da foto dell'ambiente selezionato. Ben dieci, per la precisione, che affiancano gli interruttori tradizionali all'ingresso di ogni spazio. Gli interruttori tradizionali sono realizzati su specifiche dallo Studio Corelli mentre Pibiesse, per i tastierini, ha fatto realizzare una cornice nello stesso materiale (alluminio satinato) e con il medesimo design. Last but not least il cablaggio. Pibiesse cura in maniera particolare questo aspetto, anzi ritiene giustamente il cavo importante non meno dei componenti. Per questo i diffusori tradizionali sono cablati con preziosissimo cavo Van der Hul e gran parte dei sistemi automazione e multiroom sono interconnessi con Cat5.

Tutte le elettroniche dei rack, inoltre, sono servite da un alimentatore ridondante costruito su specifiche da Pibiesse. L'installatore è un fautore dell'utilizzo della fibra ottica (insensibile ai disturbi e versatilissima, visto che può veicolare audio, video e segnali di controllo), ma nella realizzazione del servizio non è stata utilizzata visto lo stato di avanzamento dei lavori di ristrutturazione. Ultima nota sulle capacità di Pibiesse per i supporti dei plasma: realizzati artigianalmente, sono robustissimi e permettono un facile accesso posteriore e, ovviamente, l'orientamento del display.


© 2009 PIBIESSE Via Trattato di Maastricht 11, 15067 Novi Ligure (AL), ITALY
T: + 39 0143 323 935   F: + 39 0143 314 214   E: info(at)pibiesse.net    P.I. 01331520062